5 scritti X 5 orali

Care Studentesse e Cari studenti del Dipartimento di Lingue e Letterature Straniere, ABBIAMO MANTENUTO LA NOSTRA PROMESSA!! Dopo tre lunghi anni di lavoro, fatiche e tentativi vani, grazie all’approvazione in Senato, a partire dall’anno accademico 2016/17 saranno presenti nel calendario didattico 5 APPELLI SCRITTI DI LINGUA E 5 APPELLI ORALI (2 invernali, 2 estivi e 1 a settembre), prima erano solo 3 in un anno!

Fondamentali per il raggiungimento di questo importante risultato sono stati l’impegno della Commissione Paritetica, l’approvazione del Consiglio di Dipartimento e l’appoggio del Senato Accademico.

L’associazione studentesca UNI+ ha perseguito questo obiettivo con grande tenacia sin dall’inizio del mandato dei suoi rappresentanti e oggi finalmente siamo riusciti a far valere i diritti degli Studenti!

Scritti-Lingue

Discorso di Rita Pescatore, presentazione del doppio tesserino

Buon pomeriggio a tutti,  innanzitutto mi presento – sono Rita Pescatore, Studentessa e ormai anche laureanda in Giurisprudenza nonché Rappresentante degli Studenti nel Senato accademico di questa Università.

Prima di iniziare con una breve, ma dovuta, introduzione, vorrei davvero ringraziare ognuno di voi per essere qui oggi e per aver voluto così prender parte a questa occasione di incontro e per noi anche di festa.

Vorrei ringraziare personalmente la Professoressa Barbara Pezzini, che è da poco diventata anche la nostra Prorettrice delegata alle Politiche di equità e diversità, e la Professoressa Anna Lorenzetti, che insieme hanno ispirato e sostenuto questa piccola grande conquista.

L’idea di provare a portare l’iniziativa del Doppio Tesserino anche nella nostra Università e di proporla quindi ai miei colleghi rappresentanti è nata per merito della mia collega nonché amica Marianna, che è oggi qui accanto a me, e che ringrazio per questo, la quale sapendo dei miei interessi e dei miei primi studi di Analisi di genere e di Diritto antidiscriminatorio, una sera mi segnalò un articolo in cui si annunciava l’introduzione del Doppio Tesserino per Studenti e Studentesse Transessuali all’Università di Verona. Fu da quel preciso istante che insieme iniziammo a cercare di capire quale fosse l’iter più adeguato da seguire qui all’Università di Bergamo, facendo tesoro delle indicazioni ricevute dai nostri colleghi Rappresentanti proprio dell’Università di Verona, da cui abbiamo mutuato anche il modello di “Accordo di riservatezza”, predisposto appositamente per regolamentare il patto di fiducia che si instaura e che deve instaurarsi in questi casi tra l’Ateneo e lo studente o la studentessa transessuale che facciano richiesta del Doppio Tesserino.

La proposta è stata accolta con un’ampia maggioranza dalla Consulta degli Studenti (3 marzo 2015) e poi approvata all’unanimità sia dal Senato Accademico che dal Consiglio d’Amministrazione qualche mese dopo (13 luglio 2015).

Il dibattito che questa iniziativa ha aperto è stato fin dal principio propositivo, costruttivo e alimentato dal desiderio di capirne le ragioni. L’iniziativa di pochi è diventata subito la sfida di tutti. Ogni associato di Uni+, rappresentante e non, ha difeso questo progetto con la stessa energia e la stessa motivazione che ha mosso e che muove me e Marianna, ed è per questo che noi siamo davvero grate ad ognuno di loro.

Non sono mancate le critiche e le parole di sfregio. Perché di sfregio si è trattato, il più delle volte. Ma quel che a noi interessa oggi rivendicare, è che l’intento di questa iniziativa non era quello di avviare una discussione sulla questione personalissima che ad essa è sottesa, la quale si espone a più o meno legittime obiezioni ideologiche, etiche e religiose, né tanto meno quello di risolvere l’inutile quanto sterile disputa tra ciò che deve ritenersi come giusto e ciò che deve ritenersi come sbagliato, tra ciò che irragionevolmente si definisce normale e ciò che si relega alla categoria del diverso.

La ragione profonda di tutto questo, sulla quale nessuno dei nostri obiettori ha osato mai discutere costruttivamente (e a me piace pensare che questo sia dovuto alla genuinità e alla dignità politica e sociale che una tale finalità porta con sè), sta nella chiara volontà di far sì che le formalità insormontabili che la legge dello Stato pone non siano più la causa di scelte costrette, come le rinunce agli studi o i trasferimenti in altre città e quindi in altri Atenei, da parte di Studenti e Studentesse Transessuali, per l’ovvia difficoltà di dover fare i conti, ingiustamente e dolorosamente, ad ogni passo e in ogni situazione, con la propria identità di genere.

La ragione profonda sta quindi nella volontà di rendere effettiva, anche per lo Studente e la Studentessa Transessuale, la garanzia del diritto all’istruzione – sancito all’art. 34 della nostra Carta costituzionale – senza che l’intima questione relativa alla propria identità di genere possa porsi come ostacolo all’incondizionato esercizio della libertà di realizzazione della propria personalità.

E a chi dice che “vi sono problematiche, connesse alla vita universitaria, più importanti di questa, dotate di una maggiore concretezza e alle quali pertanto dovrebbe essere data la priorità”, qualificando invece come “marginale” la condizione di fragilità che si troverebbe a vivere uno Studente o una Studentessa Transessuale e addentrandosi così in una valutazione di sfavore, priva per di più di un qualsiasi apparato argomentativo, vorrei dire, innanzi tutto che la loro mi sembra più una replica mal riuscita, una replica che tenta fortemente di non dire e di non esporsi, ma che in realtà risulta molto comunicativa proprio per quel che non dice, a chiare lettere (il che sarebbe stato politicamente molto scomodo).

Vorremmo specificare inoltre che questa misura non comporta alcun costo per l’Ateneo, se non quello strettamente necessario alla duplicazione del Tesserino, così che lo studente o la studentessa transessuale possano utilizzare, all’interno dell’Università ed esclusivamente per l’accesso ai servizi mensa/biblioteca/centro stampa e per la prenotazione degli esami, il Libretto recante il Nome d’elezione e la foto corrispondente all’effettiva identità di genere.

Concludo con una riflessione, che desidero condividere con voi e che ho avuto modo di maturare in questi lunghi mesi:

ritengo sia davvero inammissibile che giovani uomini e giovani donne come noi, studenti e studentesse, rappresentanti e non, possano pensare che esistano diverse gradazioni di importanza e di dignità quando si ha a che fare con i diritti, e per di più con i diritti fondamentali, tutti inevitabilmente strumentali alla più importante delle libertà, al più importante dei diritti: il diritto alla libera realizzazione della propria personalità.

Grazie!

Rita Pescatore
Rappresentante degli studenti in Senato Accademico

Presentazione Doppio Tesserino – 29 ottobre 2015

I Rappresentanti degli Studenti dell’Università degli Studi di Bergamo,
sono lieti di annunciare che il giorno 29 ottobre 2015, ore 14.30, presso la sede di via dei Caniana 2 dell’Università, Aula “Serio Galeotti”, si terrà la Presentazione dell’iniziativa “Doppio Tesserino per Studenti e Studentesse Transessuali”, proposta dalla Consulta degli Studenti e approvata dal Senato Accademico nel luglio di quest’anno.
Questa vuole essere un’occasione per costruire e accrescere, fra i più giovani e i meno giovani, un’effettiva sensibilità per le tematiche che attengono alle questioni di genere e all’identità di genere, auspicando l’apertura di un dialogo che si ponga come collante tra le diverse generazioni nonché quale sede privilegiata in grado di raccogliere e accogliere ogni realtà e ogni individualità.
Il “Doppio Tesserino” permetterà a tutti gli Studenti e alle Studentesse Transessuali, che stiano affrontando un percorso di rettificazione del proprio sesso anagrafico, di relazionarsi alla vita universitaria con la naturalezza necessaria, senza che l’intima questione relativa alla propria identità di genere possa porsi come ostacolo all’incondizionato esercizio della libertà di realizzazione della propria personalità, la quale trova nel diritto all’istruzione una delle sue più nobili espressioni. Una tale iniziativa costituisce più che una forma di civiltà, essa testimonia una sensibilità voluta e condivisa, una scelta dovuta e partecipata.
Saranno presenti e interverranno:
la Professoressa Barbara Pezzini, Prorettrice alle Politiche di equità e diversità e docente di Diritto costituzionale dell’Università degli Studi di Bergamo; la Professoressa Anna Lorenzetti, docente di Analisi di genere e Diritto antidiscriminatorio dell’Università degli Studi di Bergamo; la Dott.ssa Stefania Pellicano, Presidente della Commissione Pari opportunità della Provincia di Bergamo e le Associazioni Arcigay Bergamo, Arcilesbica Bergamo, Bergamo contro l’omofobia e Rete Lenford.
L’invito s’intende esteso a chiunque avesse interesse a partecipare.

I Rappresentanti degli Studenti dell’Associazione studentesca UNI+ Bergamo.

Lettera per garantire il diritto allo studio

palazzo lombardia 2Anche UNI+ ha sottoscritto la lettera indirizzata all’Assessore all’Istruzione di Reg. Lombardia Aprea, ecco il testo:

All’attenzione dell’Assessore all’Istruzione, Formazione e Lavoro di Regione Lombardia Valentina Aprea
e p.c.
Direttore Giovanni Bocchieri
Dirigente Claudia Moneta,

Facendo seguito all’incontro tra l’assessorato regionale e i rappresentanti degli studenti lombardi avvenuto in data lunedì 5 ottobre 2015, Le chiediamo di firmare e portare il testo “Promemoria richieste al MIUR” all’attenzione del MIUR e dell’Assessore all’Istruzione della regione Toscana, che rappresenterà le regioni al tavolo MIUR-Regioni-ANDISU-CNSU di venerdì 16 ottobre con oggetto “Emergenza borse di studio e nuovo ISEE”.  Le chiediamo inoltre di farci pervenire riscontro.

PROMEMORIA RICHIESTE AL MIUR

Nel gennaio di quest’anno è entrato in vigore il nuovo indicatore della situazione economico- patrimoniale. Il nuovo ISEE ha rivalutato il patrimonio immobiliare in quanto non più legato all’ICI (valutazione 100) ma all’IMU (valutazione 160), ha inserito il patrimonio mobiliare – come automobili e motorini -, conteggia il reddito dei fratelli al 100% e non più al 50%, conteggia i redditi esenti IRPEF.

Per l’accesso ai benefici del diritto allo studio universitario sono definite due soglie massime nazionali (come indicate nell’attuale D.M. 14 luglio 2015 n. 486) che devono essere entrambe soddisfatte:

ISEE minore o uguale a 20.998,37 e ISPE minore o uguale a 35.434,78.

Le soglie 2015 sono state corrette solo in base all’indice ISTAT di variazione dei prezzi al consumo e non in base alla nuova normativa entrata in vigore il primo gennaio 2015. Questo porta, probabilmente, all’esclusione dal diritto allo studio del 20/25% di coloro che erano beneficiari lo scorso anno, costringendo moltissimi studenti ad abbandonare gli studi o a richiedere il trasferimento nei pressi di un Ateneo più vicino alla località di residenza.

Il motivo primario di esclusione è l’indice ISPE, indice considerato solo per l’accesso a questo tipo di benefici. L’ISPE, per via della rivalutazione del patrimonio immobiliare e per via dell’inserimento nel conteggio anche dei beni mobili, ha subito un aumento medio del 36% (dato dello studio effettuato dall’IRPET toscano); moltissimi studenti si trovano ora in prima fascia reddituale e con l’indice ISPE sopra la soglia massima, quando fino allo scorso anno era raro che uno studente superasse l’indice ISPE e non l’indice ISEE. L’ISEE, invece, ha subito un aumento medio del 10%, stando allo studio effettuato dal Ministero del Lavoro questa primavera (allegato alla presente).

Poichè l’indice ISPE non è considerato per i benefici diversi da quelli legati al  diritto allo studio universitario,  poichè nell’ISEE il patrimonio è già conteggiato e poichè, seguendo lo studio del Ministero del Lavoro, l’effetto della nuova normativa sul peso “effettivo” del patrimonio nella costruzione dell’ISEE è di un incremento di circa il 50%, passando da meno di un settimo (13,6%) a più di un quinto (20,5%), chiediamo di innalzare la soglia dell’indice ISPE fino a renderlo ininfluente al fine di discriminare per l’accesso ai benefici del diritto allo studio universitario.

Chiediamo inoltre di innalzare a 23.000 la soglia massima ISEE; questa nuova soglia massima è stata da noi calcolata utilizzando i dati forniti in primavera dal Ministero del Lavoro ed ha l’obiettivo di lasciare pressoché invariata la numerosità di studenti idonei alla borsa di studio.

Infine chiediamo che il MIUR dia indicazione alle Regioni, agli Enti per il Diritto allo Studio e agli Atenei di procedere immediatamente con nuovi bandi, a cui possano accedere gli studenti con ISPE inferiore alla nuova soglia – molto alta e ininfluente al fine di discriminare gli studenti – e ISEE compreso tra la soglia dei bandi già emanati e la nuova soglia di euro 23.000, permettendo di presentare domanda anche a chi ha ISEE inferiore alla soglia minima ma ISPE superiore alla soglia precedentemente utilizzata. Chiediamo che questa nuova graduatoria sia coperta in subordine alla copertura totale delle graduatorie frutto dei bandi già pubblicati, con i fondi in avanzo e/o con nuove risorse.

Cordiali saluti,

I Rappresentanti degli Studenti degli Atenei lombardi

Andrea Torti – Consigliere di Amministrazione Università degli Studi di Milano-Bicocca
Luca Racchetti – Senatore Accademico Università degli Studi di Milano-Bicocca
Fabio Goffi – Senatore Accademico Università degli Studi di Milano-Bicocca
Silvia Calabrese – Presidente del Consiglio degli Studenti Università degli studi di Milano-Bicocca
Giacomo D’Alfonso – Consigliere di Amministrazione Università degli Studi di Milano Victor Attilio Campagna – Senatore Accademico Università degli Studi di Milano
Lorenzo Migliorini – Senatore Accademico Università degli Studi di Milano
Davide Martucci – Consigliere di Amministrazione CIDiS
Pietro Currao – Membro del Comitato d’indirizzo CIDiS
Thomas Pettinato – Membro del Comitato d’indirizzo CIDiS
Giorgio Quistini – senatore accademico Politecnico di Milano
Marco Licari – Consigliere di amministrazione Politecnico di Milano
Tommaso Cigognetti –senatore accademico Politecnico di Milano
Daniela Costa – Rappresentante ISU Bocconi
Alexandre Rouco – Rappresentante ISU Bocconi
Francesco Paolo Russi Rappresentante  Consiglio Accademico Bocconi
Emanuele Zappalà – Rappresentante ISU Bocconi
Filippo Ridolfo – rappresentante degli studenti EDUCatt
Mattia Sguazzini – Consigliere di Amministrazione Università degli Studi di Pavia
Luigi Profeta – Consigliere di Amministrazione Università degli Studi di Pavia
Lorenzo Flamini – Senatore  Università degli Studi di Pavia
Gabriele Bilello – Senatore  Università degli Studi di Pavia
Giulia Scagliotti – Senatore  Università degli Studi di Pavia
Nicholas Nese – CdA EDiSU Pavia
Lauro Di Matteo – CdA EDiSU Pavia
Marco Bonomelli – Consiglio d’Amministrazione Universita degli Studi di Bergamo
Rita Pescatore – Senato Accademico Università degli Studi di Bergamo
Francesca Chiesa – Senato Accademico Università degli Studi di Bergamo
Massimiliano Morato – Consiglio d’Amministrazione Università degli Studi di Brescia
Martina Ottoni – Consiglio d’Amministrazione Università degli Studi di Brescia
Paolo Fraccaroli – Senatore Università degli Studi di Brescia
Stefano Buzi – Senatore Università degli Studi di Brescia
Lorenzo Roesel – Vicepresidente del CNSU
David Rossi – Rappresentante nel CNSU
Vincenzo Giannico – Rappresentante nel CNSU
Angelo Antinoro – Rappresentante nel CNSU
Massimiliano Morato – Rappresentante nel CNSU

Aderiscono le liste di rappresentanza studentesca: 

ACT Bocconi – B.Lab Bocconi – Coordinamento per il diritto allo studio – UdU Pavia – La Terna Sinistrorsa Politecnico – ListediSinistra Bicocca – Svolta Politecnico – Studenti Per UdU Brescia – Uni+ Bergamo – Unisì – Uniti a Sinistra Unimi – Unilab – Unimi – Unilab Cattolica

Aderiscono inoltre i rappresentanti negli organi centrali degli atenei lombardi, nel CIDIS, in EDUCatt e nel CNSU del CLDS – Coordinamento Liste per il Diritto allo Studio

Scritte razziste sui muri dei bagni – comunicato 04/09/2015

Ieri mattina, nei bagni della sede di via Caniana della nostra Università, sono stati trovati simboli fascisti e messaggi razzisti nei confronti di migranti e immigrati, con evidenti riferimenti a genocidi del passato.

Nel clima d’incertezza e difficoltà che oggi domina la faticosa gestione del flusso migratorio verso l’Italia e l’Europa, sempre più neofascisti prendono fiducia nel comporre simili attacchi ai valori fondanti della nostra Costituzione e della Dichiarazione universale dei diritti umani.

Siamo convinti che questi estremismi, spesso manifestati attraverso il deturpamento di luoghi di uso pubblico, come i locali della nostra Università, vadano monitorati, segnalati e fermati.

Uni+ condanna duramente un simile gesto di propaganda e minaccia fascista, appannaggio di tempi passati, e nutre la speranza che la pronta denuncia dell’accaduto possa condurre ai responsabili.


Scritte razziste_01

Scritte razziste_02

Comunicato Stampa 15/07/2015

poltronaOggi si è tenuta la Consulta degli studenti: avremmo dovuto approvare un regolamento che risolvesse alcuni problemi legati alla rappresentanza studentesca. Tra questi avremmo eliminato la discrasia temporale tra elezione (maggio) ed entrata in carica (ottobre) con le conseguenti incomprensioni. L’approvazione del regolamento avrebbe comportato una contrazione del nostro attuale mandato di qualche mese.

La lista Universitari x Unibg , pur condividendo pienamente i contenuti, si è manifestata contraria pretendendo che gli effetti vengano subiti dalla prossima Consulta. Essendo richiesta l’unanimità, è saltato tutto il nostro lavoro e le modifiche migliorative a vantaggio di tutti.

Noi riteniamo che se un provvedimento è giusto vada assunto anche se comportante uno svantaggio personale. Abbiamo un’idea di rappresentanza diversa: a servizio degli studenti e non del nostro Curriculum Vitae.

La nostra associazione è stata accusata di incoerenza, di “poltronismo” e di indisponibilità al dialogo; pensiamo che i fatti degli ultimi tre anni parlino chiaro e vadano in direzione opposta rispetto alle critiche che ci vengono mosse.

‪#‎ancorapiù‬ coerenza e rappresentanza
‪#‎unibg‬ ‪#‎studenti‬ ‪#‎bergamo‬

Doppio tesserino per Transessuali

fotoFinalmente succede anche a Bergamo: “DOPPIO LIBRETTO” per studenti e studentesse che abbiano intrapreso il percorso di rettificazione del sesso

Approda anche all’Università degli Studi di Bergamo il “Doppio Libretto” per studenti e studentesse transessuali, la forma di tutela alternativa e transitoria ormai da tempo sperimentata da molti Atenei italiani, pensata appositamente per quegli studenti e quelle studentesse che abbiano intrapreso il complesso e faticoso percorso di rettificazione del sesso e che proprio nel periodo di transizione, che può  durare anche degli anni, prima che intervenga la sentenza definitiva di rettificazione del sesso anagrafico, si vedono costretti a scontrarsi continuamente con molteplici aspetti della vita quotidiana che pongono inevitabilmente l’accento su quella discrasia che si genera tra nome anagrafico ed aspetto fisico, e che l’ordinamento italiano, ancora oggi, non protegge e non riconosce come situazione di estrema fragilità.

Una piccolissima operazione quella richiesta al nostro Ateneo, che in questo modo, a seguito di un iter che ha avuto inizio il 3 marzo 2015 con l’approvazione della proposta da parte della Consulta degli Studenti, la quale ha poi incontrato sia il favore del Senato Accademico, pronunciatosi all’unanimità nella giornata del 13 luglio 2015, che del Consiglio di Amministrazione appena conclusosi, ha voluto conformarsi alla scelta fatta da molti Atenei d’Italia  – come l’Università di Torino, l’Università di Verona, l’Università di Bologna, l’Università di Padova, quella di Genova e di Firenze – che da più o meno tempo hanno scelto di piegare la burocrazia alla garanzia dei diritti fondamentali della persona nonché alla garanzia del diritto all’autodeterminazione e alla piena realizzazione della propria personalità e identità.

Una tale scelta di civiltà è significativa del fatto che azioni che possono apparire piccole sono in realtà in grado di mostrare che il diritto non serve a segnare la distanza da situazioni che comunemente ed erroneamente sono intese come ‘normali’, ma a sostenere ciascuno e ciascuna nel proprio percorso di identificazione e sviluppo personale. Essa costituisce un’azione di garanzia che serve a ricordare che l’Università ha il dovere istituzionale di educare alla sensibilità, giuridica e non, con riguardo a questioni, che come quella in oggetto, risultano troppo spesso relegate ad una dimensione di marginalità e per questo dimenticate.

La ragione profonda che ha indotto noi rappresentanti ad avanzare una tale proposta non è data affatto dalla volontà di avviare una discussione sulla questione personalissima che ad essa è sottesa, la quale si espone a più o meno legittime obiezioni ideologiche, etiche e religiose, quanto dalla questione fondamentale che attiene più strettamente alla garanzia del diritto all’istruzione – così come sancito dall’art. 34 della nostra Carta costituzionale – che senza la rimozione di tutta una serie di ostacoli di ordine culturale e formale, possibile proprio con l’introduzione della cd. “carriera alias”, risulta inesorabilmente limitato e frustrato.

Per maggiori informazioni www.unipiu.itunipiu.bergamo@gmail.com

Bergamo Incontra Culture

Bergamo Incontra Culture, 5 appuntamenti in Università organizzati dagli studenti.

A Bergamo risiedono circa 16.000 stranieri, provenienti da diversi Paesi del mondo. Le principali comunità presenti sono quella boliviana (con circa 4.000 persone), rumena (circa 1.800 persone), ucraina (circa 1.200) e marocchina (circa 1.700).

In virtù di questi dati (fonte: ISTAT) l’associazione universitaria Uni+ ha deciso di dare vita ad un progetto, partecipando ad un bando indetto dall’Università, volto a far conoscere agli studenti, e non solo, alcune di queste comunità, invitando dei loro membri presso gli spazi dell’ateneo in modo da creare un’interazione attiva e partecipata tra  tutti i presenti.

Il progetto, che inizierà giovedì 7 maggio alle ore 17 presso l’aula 6 di Sant’Agostino, è organizzato in quattro incontri più uno conclusivo in cui verrà proiettato un film, con la collaborazione di Lab80. Continua a leggere Bergamo Incontra Culture

Carta dei diritti e dei doveri degli studenti e delle studentesse

 

Università degli studi di Bergamo

Approvata la carta dei diritti e dei doveri degli studenti e delle studentesse proposta dai rappresentanti di UNI+

 “Carta dei diritti e dei doveri degli studenti e delle studentesse”

Principi ispiratoriComunità accademica –  Norme di comportamento e di civile convivenzaDidatticaVerifica del profittoTirocini e stage – Informazione e orario lezioni – Organi di garanzia dei diritti Continua a leggere Carta dei diritti e dei doveri degli studenti e delle studentesse

Bus per Giornata delle vittime di Mafia – 21 marzo

copertina-bus-bologna

Uni+ insieme a Federazione degli Studenti di Bergamo organizza un pullman per la “GIORNATA DELLA MEMORIA E DELL’IMPEGNO DELLE VITTIME INNOCENTI DI MAFIA” indetta da Libera.

Sabato 21 marzo 2015 a Bologna

Il pullman andata e ritorno costa 15 €
per prenotarsi occorre contattare Enrico (3806896161), la prenotazione è confermata solo al momento del pagamento!

Metti parteciperò all’evento: www.fb.com/events/1580226522221514

“La verità illumina la giustizia”, questo lo slogan scelto per XX Giornata delle memoria e dell’impegno in ricordo delle vittime innocenti delle mafie. Libera per la XX edizione ha scelto l’Emilia Romagna, ha scelto Bologna.  La Giornata della Memoria e dell’Impegno ricorda tutte le vittime innocenti delle mafie. Circa 900 nomi di vittime innocenti delle mafie, semplici cittadini, magistrati, giornalisti, appartenenti alle forze dell’ ordine, sacerdoti, imprenditori, sindacalisti, esponenti politici e amministratori locali morti per mano delle mafie solo perchè, con rigore e coerenza, hanno compiuto il loro dovere. (più info qui http://goo.gl/DKkCLk )

 

 

 

 

No alla riduzione degli orari serali delle biblioteche!

Bergamo, 5 febbraio 2015.

Apprendiamo dal bando pubblicato sul sito dell’amministrazione comunale la scelta di ridurre l’orario di apertura serale della biblioteca “Ciro Caversazzi”. Riteniamo che la nuova soluzione, così prospettata, contrasti con le esigenze della popolazione studentesca ed implichi un sensibile peggioramento del servizio offerto.

Questa biblioteca nel tempo si è affermata come spazio indispensabile per i giovani studenti soprattutto grazie alla chiusura protratta fino alle 23:30 ed alla posizione centrale. Anticipare la chiusura alle 22:30 significa privare questo luogo del principale elemento che ne ha garantito il successo. A dimostrazione di quanto stiamo scrivendo abbiamo verificato una consistente affluenza riscontrabile in tutto l’arco della serata, essendo l’unica biblioteca cittadina a coprire tale fascia oraria. Ci pare utile evidenziare, a sostegno della nostra tesi, il fatto che in passato è già stata sperimentata l’apertura serale di sedi periferiche, una soluzione che ha prodotto risultati insoddisfacenti.

Reputiamo questa scelta in contrasto con il progetto “Bergamo città universitaria” e per tali motivi chiediamo un confronto diretto con l’Amministrazione comunale al fine di cercare una soluzione il più possibile condivisa.

Uni+

CDA 27 gennaio 2015

ORDINE DEL GIORNO

1. Approvazione verbale seduta del 16.12.2014
Approvato unanimità

2. Comunicazioni del Rettore
– Ffo: ordinario da 0,49 a 0,60 e parte premiale aumenta a 0,73
– Reclutamento futuro: solo eccellenze
– Turn over: nazionale 50%, bg 94%
– Distribuzione fondi ai dipartimenti: proporzionale sulla base del ricevuto dallo Stato
– Lavori strutturali: procedono a pieno regime.
– Gestione spazi:si sta valutando se spostare un corso di laurea dalla sua sede originaria ad una delle nuove sedi
– Top ten: 3,4 (130 studenti su 14.252 iscritti) rispetto ai 2,7 (97 studenti su 15.209 iscritti) dell’anno precedente: i mancati introiti sono poco meno di 800.000€
– Provincia: non ci sono novità sulla questione contributi all’Unibg (contributi dovuti legalmente dal 1991, data dalla quale è diventata pubblica). Il Prof Morzenti si occuperà della sollecitazione.

Continua a leggere CDA 27 gennaio 2015

Per non dimenticare

Come giovani, come studenti, abbiamo il dovere di non dimenticare,
ma soprattutto quello di investigare, di scavare in profondità, di scendere sotto la superficie, andare oltre al romanzo, superare la memoria fatta di finzione.
Quella stessa memoria che, forse, continua a farci innocenti, a riscattarci, che ci fa entrare solo nella parte dei partigiani o degli eroi che hanno salvato vite umane.
Abbiamo il dovere non solo di dire MAI PIÙ, ma di fare in modo che questo MAI PIÙ SUCCEDA.
Mi permetto di citare un frammento della corrispondenza tra il poeta Paul Celan e la poetessa Nelly Sachs. I quali, anche dopo il 27 gennaio 1945, da quelle memorie hanno continuato ad essere perseguitati.

Continua a leggere Per non dimenticare

Comunicato per la questione ISEE/ISEEU 2014-2015

Viste le numerose segnalazioni da parte degli studenti, sia a noi rappresentanti che all’ufficio diritto allo studio, riguardo alla questione ISEEU, ho preso contatto con il referente per il diritto allo studio Vittorio Mores per cercare di avere spiegazioni e indicazioni.
Innanzitutto, questa problematica è sorta per tutto il territorio nazionale in
quanto il sistema centrale INPS ha aggiornato i modelli ISEE/ISEEU ma non il programma di trasmissione dei dati informatizzati dai CAF/CAAF alle istituzioni competenti con la conseguente impossibilità di compilare in formato elettronico i modelli.
Pertanto l’Università di Bergamo permetterà a tutti gli studenti che non hanno ancora compilato il modello ISEEU entro dicembre 2014, di presentare anche in formato cartaceo il modello ENTRO FINE FEBBRAIO presso la segreteria di via dei Caniana (per gli studenti dei dipartimenti di giurisprudenza, economia, scienze umane e sociali) e di Dalmine (ingegneria).
La data definitiva verrà stabilita nei prossimi giorni tramite decreto rettorale.
Appena riceverò ulteriori aggiornamenti in merito al problema ve li comunicherò in modo da potervi aiutare nel più breve tempo possibile.
Per altre segnalazioni o informazioni contattate direttamente me o gli altri rappresentanti tramite la posta elettronica dell’università.
Sperando di essere stato d’aiuto, vi auguro un buon week end e una felice continuazione degli studi.

A presto

Maranzano Paolo – p.maranzano@studenti.unibg.it
Rappresentante degli studenti per il Diritto allo Studio Universitario

Senato Accademico – 29 settembre 2014

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI BERGAMO

Lunedì 29 settembre 2014, alle ore 9.45

presso la sede universitaria di Via dei Caniana, 2 (aula n. 16, II piano), per la trattazione del seguente

ORDINE DEL GIORNO

Approvazione verbale n. 5 del 30 giugno 2014
Votazione: Approvazione unanimità

Continua a leggere Senato Accademico – 29 settembre 2014

Comunicato – Vittoria Elezioni 2014

Comunicato stampa Uni+.

Ringraziamo tutti coloro che hanno sostenuto il nostro progetto, che hanno creduto nel nostro gruppo e che ci hanno scelto come loro rappresentanti.
Siamo molto soddisfatti del risultato raggiunto anche quest’anno; una vittoria così netta era del tutto inaspettata. Questa tornata elettorale ha premiato il lavoro svolto, durante il precedente mandato, sia in università che nella città che la ospita; un lavoro reso possibile dalla perfetta sinergia tra rappresentanti eletti a tutti i livelli di Ateneo e collaboratori esterni nonché membri dell’associazione Uni+ che hanno sempre supportato ogni nostra iniziativa.

Continua a leggere Comunicato – Vittoria Elezioni 2014

Senato Accademico – Maggio 2014

ORDINE DEL GIORNO – riunione del senato di maggio 2014

1. Approvazione verbale n. 3 del 14 aprile 2014
VOTAZIONE: approvato unanimità

2. Comunicazioni del Rettore
– Elezioni rappresentanze studentesche
– Comunicazioni riguardo la politica del nuovo governo sul finanziamento dell’Università italiana

Continua a leggere Senato Accademico – Maggio 2014

Commissione Paritetica Lingue – 15 aprile 2014

COMMISSIONE PARITETICA – QUARTO APPELLO DI LINGUE
Nella giornata del 15 aprile 2014 è stata indetta la riunione della Commissione Paritetica del Dipartimento di lingue,letterature straniere e comunicazione.
Alla riunione hanno partecipato i membri della Commissione Paritetica,il Direttore del Dipartimento, il rappresentante degli studenti membro del Sento Accademico, Marco Cuccui, i professori di lingue.

Continua a leggere Commissione Paritetica Lingue – 15 aprile 2014

Discorso Saccogna a Brescia – 31 marzo 2014

Care compagne, cari compagni.

Sono Alessandro Saccogna e sono portavoce dell’associazione universitaria Uni+ di Bergamo. Ringrazio a nome di Uni+ i cari amici di Brescia per l’invito a questo congresso.
Ci incontrammo per la prima volta circa un anno fa a Bergamo, poco prima delle elezioni universitarie per il Consiglio Nazionale degli Studenti Universitari, e abbiamo avuto modo di conoscerci meglio in diverse occasioni, più o meno legate al nostro impegno politico.

Continua a leggere Discorso Saccogna a Brescia – 31 marzo 2014

Senato Accademico – 4 marzo 2014

SENATO 4 MARZO 2014

1. Approvazione verbale n. 1 del 4 febbraio 2014
Votazione:approvato unanimità

2. Comunicazioni del Rettore
– la gara per i lavori nella chiesa di sant’Agostino è stata avviata con scadenza il 22 aprile e chiusura il 28. I lavori inizieranno a giugno per non interferire con le lezioni.
– cooperazione con UNIBS per l’attivazione di una laurea magistrale in economia “congiunta” con corsi in entrambe le sedi.

Continua a leggere Senato Accademico – 4 marzo 2014

Commissione disabilità – 21 febbraio 2014

Oggi (21 febbraio 2014) è stata convocata la commissione disabilità, tra cui fanno parte un rappresentante di ogni dipartimento, alcuni docenti e alcuni rappresentanti dell’ufficio disabilità.

Sono emersi questi problemi

– Per legge ogni tre anni uno studente disabile deve ripresentare la certificazione di disabilità. Questo comporta per le famiglie un costo elevato, ma come università non possiamo intervenire.

– Uno studente che necessita di ausili informatici e tecnici per sostenere un esame, deve avvisare 15 giorni prima per permettere all’università di reperirli

– La difficoltà degli studenti di reperire i libri digitali, spesso a causa della lentezza delle case editrici e che talvolta non forniscono a priori determinati testi in formato multimediale. Il progetto di realizzare una biblioteca digitale è complesso e richiede tempo.

La commissione propone di organizzare una giornata sul tema della disabilità (probabilmente ad ottobre) in onore di Walter Fornasa, occasione nel quale potranno essere premiati alcuni studenti disabili con una borsa di studio (circa 2000 €) che si basa sia su criteri di merito che di difficoltà economiche. Il bando verrà sviluppato e pubblicizzato nei prossimi mesi.

Progetti futuri:

– In collaborazione con LIONS e Unione Ciechi Italiani, verranno acquistati degli strumenti didattici e software utili per studenti ipovedenti. Inoltre verranno organizzati dei corsi di formazione per docenti/tutor/studenti per l’utilizzo del sistema OCR e dei nuovi strumenti. I corsi sono aperti a tutti gli studenti e daranno ore per il tirocinio, o crediti per esami di informatica.
La spesa prevista è di 11500 €, di cui 10000 € per le attrezzature sono donati dalla fondazione LIONS.

– Corsi per doenti/tutor/studenti con professionisti sulla dislessia e gli altri disturbi di apprendimento. La spesa prevista è di 1500 €

– Carrozzina Rotary, sviluppare un progetto d’eccellenza per la progettazione e la realizzazione di una carrozzina modulare (che cresce con il disabile), coinvolgendo studenti di tutti i dipartimenti in percorsi di ricerca. Gli studenti che vi parteciperanno otterranno una borsa di studio. Nel progetto è interessante integrare anche lo sport, quindi è necessaria una collaborazione con il CUS. La fondazione Rotary potrebbe collaborare economicamente. Non è stato possibile fare una stima dei costi al momento, in quanto il progetto non è stato delineato nei dettagli.

TUTOR ALLA PARI
Modificato il bando, anticipato da settembre a Luglio (in modo da avere i tutor ad ottobre!) Il bando sarà aperto anche agli studenti della triennale!

E’ importante coinvolgere tutti gli studenti nell’ideazione di nuovi progetti per integrare al meglio la disabilità nella comunità universitaria.

Commissione Paritetica Economia – 12 febbraio 2014

Resoconto Commissione Paritetica (12-02-2014)

Prima di entrare nel merito dei due temi principalmente affrontati, volevo chiarire la funzione della nostra commissione e, in linea di massima, l’iter delle nostre proposte.
La commissione paritetica è un organo formato da quattro professori e quattro docenti. Ha un ruolo consultivo e non decisionale in merito a questioni legate principalmente alla didattica. Le nostre proposte sono poi valutate e votate in consiglio di dipartimento (una sorta di riunione di tutti i professori).

Continua a leggere Commissione Paritetica Economia – 12 febbraio 2014

Comunicato – SITIN #notaglidimaroni

Bergamo – Oggi, 5 Dicembre 2013, si è tenuto di fronte alla sede universitaria di via Salvecchio un sit-it di protesta contro la giunta regionale lì riunitasi, indetto da noi rappresentanti degli studenti della lista universitaria “Uni+”, in collaborazione con gli studenti delle superiori facenti parte di FDS Bergamo.

Hanno partecipato attivamente oltre 60 studenti, che hanno accolto Maroni con lo slogan “Lo studio è un diritto! Maroni riga dritto!”. Durante la manifestazione i presenti hanno simulato una richiesta di elemosina, esponendo dei cartoni a mo’ di clochard, sui quali sono state scritte delle frasi di denuncia contro i tagli previsti per il diritto allo studio. Continua a leggere Comunicato – SITIN #notaglidimaroni

Comunicato – Raccolta Fondi Sardegna

Bergamo – Oggi si è conclusa la due giorni di raccolta fondi voluta dai noi rappresentanti degli studenti dell’Università di Bergamo e destinata alla Croce Rossa Italiana, nello specifico al fondo “Emergenza Sardegna”.
I risultati di questa attività benefica, nonostante la situazione economica non particolarmente favorevole per gli studenti di oggi, sono stati soddisfacenti: sede di via Salvecchio (tot), sede di Sant’Agostino (tot), sede di via Caniana (tot), sede di Dalmine (tot), per un totale di (tot).

Continua a leggere Comunicato – Raccolta Fondi Sardegna

Un Anno di UNI+ – 15 novembre 2013

UN ANNO DI UNI+, UN ANNO DI CAMBIAMENTI NELL’UNIBG

Un anno fa, il 15 novembre 2012,  la lista UNI+ dopo un’agitata e frenetica campagna elettorale, non con poche difficoltà e dopo 4 anni di assenza di consultazioni vinceva le elezioni universitarie per il rinnovo della rappresentanza studentesca con più del 55% dei consensi e con 18 eletti su 28 candidati che compongono la Consulta degli Studenti, il “Parlamento degli studenti” dell’Unibg.

Continua a leggere Un Anno di UNI+ – 15 novembre 2013

Senato Accademico – 13 Luglio 2013

1. APPROVAZIONE VERBALE N. 5 DEL 24 GIUGNO 2013

Il Senato Accademico approva il Verbale n. 5 del 24.6.2013.

2. COMUNICAZIONI DEL RETTORE

– contributo ordinario della provincia di BG: 1mln (comune 550+ provincia 450) ex lege

– v.q.r. (valutazione qualità ricerca): 540 mln a livello nazionale:

0,47% andrà a Bergamo (precedentemente 0,44%);

BG ha lo 0,55 di docenti a livello nazionale (nelle altre Università sono calati)

Continua a leggere Senato Accademico – 13 Luglio 2013

CUS – 26 giugno 2013

1. Comunicazioni del presidente prof. Francesco Lo Monaco, breve introduzione sul CUS e sul
ruolo del comitato per i nuovi membri (il sottoscritto e Pagani).
2. Approvazione della relazione sull’attività sportiva effettuata nell’anno 2012.
• note: Il CUS di Bergamo propone oltre al centro fitness moltissime attività sportive
svolte sia in impianti propri che in strutture convenzionate.

Continua a leggere CUS – 26 giugno 2013

Senato Accademico – 23 luglio 2013

Riunione del SENATO ACCADEMICO dell’Università degli Studi di Bergamo convocato per il giorno 23 luglio 2013, alle ore 14,30

ODG:

1. APPROVAZIONE VERBALE N. 5 DEL 24 GIUGNO 2013
Il Senato Accademico approva il Verbale n. 5 del 24.6.2013.

2. COMUNICAZIONI DEL RETTORE
– contributo ordinario della provincia di BG: 1mln (comune 550+ provincia 450) ex lege

Continua a leggere Senato Accademico – 23 luglio 2013

Senato Accademico – 24 giugno 2013

Riunione del Senato Accademico del 24 giugno 2013

1. APPROVAZIONE VERBALE N. 4 DEL 29 APRILE 2013
Il Senato Accademico approva il Verbale n 4 del 29.4.2013.

2. COMUNICAZIONI DEL RETTORE
– punti organico…
– finanziamento provincia di BG: esiste un decreto del presidente della repubblica che vincola la provincia e comune a finanziare dal 1992 l’ateneo (450.000 € – mai soggetti a svalutazione monetaria, ne a “ritocchi”). Continua a leggere Senato Accademico – 24 giugno 2013

Senato Accademico – 29 aprile 2013

1. APPROVAZIONE VERBALE N. 3 DEL 25.3.2013
Il Senato Accademico prende in esame di approvare il Verbale n. 3 del 25.3.2013.

2. COMUNICAZIONI DEL RETTORE
– il vecchio governno ha consigliato al nuovo una riduzione della spesa pubblica (ffo da 36 a 32 mln di euro e il blocco degli stipendi fino al 2014, spese ridotte al 20% rispetto agli anni precedenti per gli arredi, blocco totale del turnover
– dottorati di ricerca : l’anvur dice che bisogna partire col 29 ciclo…
– in 4 anni sono stati tagliati 1200 corsi di laurea in tutta Italia (si partiva da più di 5000) Continua a leggere Senato Accademico – 29 aprile 2013

Commissione Riesame Lingue – 21 febbraio 2013

In data 21/02/2013, si è tenuta la seconda tranche di incontri delle commissioni di riesame dei corsi di laurea per il Dipartimento di Lingue, letterature straniere e comunicazione. La commissione di riesame è stata istituita in seguito al D.M. 30 gennaio 2013, n 47, prevede un’autovalutazione periodica dei corsi di studio, ed è composta da 4 membri: il responsabile del corso di laurea (nonché responsabile del riesame), il presidente della commissione paritetica del dipartimento, un rappresentante del personale amministrativo e un rappresentante degli studenti. Continua a leggere Commissione Riesame Lingue – 21 febbraio 2013

Gruppo Riesame Giurisprudenza – 22 febbraio 2013

Oggetto: verbale riunione Gruppi di Riesame (LMG e OGI).

Composizione Gruppi di Riesame                                                                                                                                                                 – LMG : Prof. R. Pucella, Responsabile del Riesame (presente), Prof. M. Andreis, Presidente commissione paritetica (presente), Dott.ssa S. Anfilocchi, Tecnico Amm.vo (presente), Dott.ssa E. Formenti, Tecnico Amm.vo (presente), Sig.ra R. Pescatore, studentessa (presente), Sig.ra V. Piazzoli (assente).

-OGI : Prof.ssa M. Giorgetti, Responsabile del Riesame (presente), Prof. M. Andreis (presente), Dott.ssa Anfilocchi (presente), Sig. M. Ghidini , studente(presente),                                                                                      Prof.ssa B. Pezzini, Direttrice del Dipartimento di Giurisprudenza. Continua a leggere Gruppo Riesame Giurisprudenza – 22 febbraio 2013

Commissione Paritetica SUES – 22 febbraio 2013

Commissione paritetica Dipartimento di Scienze Umane e Sociali

22/02/2013

La commissione è stata convocata in vista delle commissioni di riesame dei corsi di studio che si terranno martedì 26.

Abbiamo riportato alcune criticità che in questo periodo di rappresentanza amici e altri studenti ci hanno segnalato. Continua a leggere Commissione Paritetica SUES – 22 febbraio 2013

Rapporto Riesame Lingue – 19 febbraio 2013

Nel pomeriggio di martedì 19 Febbraio è avvenuto il primo incontro per la stesura del rapporto di riesame a cui hanno partecipato il Presidente della Commissione paritetica Prof.ssa E. Casti, i vari presidenti dei corsi di laurea, la Geom. Daphne Luiselli membro del personale tecnico amministrativo e la Sig.ra Marcela Lukaj rappresentante degli studenti. Continua a leggere Rapporto Riesame Lingue – 19 febbraio 2013

Commissione Paritetica Lingue – 21 gennaio 2013

Riunione Commissione Paritetica

21 Gennaio 2013 – 13:45

Come prima riunione della CP vi è stata l’elezione del presidente della Commissione, ossia la Prof. Casti.

Prima di iniziare nostro è stato chiarito il ruolo della commissione all’interno dell’università.

  • Il TQP è stato l’argomento principale della riunione, nonché un punto fondamentale che verrà sviluppato in maniera pratica nei mesi successivi, ossia quando il Ministero manderà il decreto attuativo.

Continua a leggere Commissione Paritetica Lingue – 21 gennaio 2013

Senato Accademico – 28 gennaio 2013

STRUTTORIE DEL SENATO ACCADEMICO DEL 28.01.2013

1. APPROVAZIONE VERBALE N. 8 DEL 17 DICEMBRE 2012
Il Senato Accademico approva (unanimità) il verbale n. 8 del 17.12.2012.

2. COMUNICAZIONI DEL RETTORE

1) Situazione finanziaria regionale e nazionale: taglio dell’ FFO da 400 a 300 (è stato ridotto rispetto alle precedenti comunicazioni ministeriali).
il ministro voleva concludere la questione erogando immediatamente l’FFO, ma i rettori si sono opposti. Continua a leggere Senato Accademico – 28 gennaio 2013

CDA – 29 gennaio 2013

Nella riunione di oggi abbiamo provveduto a ratificare il regolamento per le 150h integrato dalle proposte fatte da noi in Consulta ( prossimamente, un post specifico). Successivamente abbiamo definito i parametri legati ai docenti, definito i costi della mensa per l’anno 2013 (invariati grazie ad una diminuzione delle commissioni universitarie per bilanciare un aumento del costo del servizio) e provveduto a storni di bilancio ( prossimamente post specifico) per coprire le borse di studio rimaste senza fondo a causa di un taglio regionale.

Commissione Paritetica SUES – 29 gennaio 2013

a commissione è stata insediata ed è composta dai professori Giuseppe Fornari, Fulvio Cesare Manara e Igor Sotgiu e da noi studenti Francesco Chiesa, Anna Lazzari e Nicholas Parisi.

E’ stata sottolineata l’importanza di rispettare a pieno il TQP e che sia la direzione che la commissione devono attivarsi per verificare che tutto funzioni secondo i parametri stabiliti, così non solo da aumentare i finanziamenti al dipartimento ma anche l’attrazione dei nostri corsi di studio anche per chi viene da fuori della provincia di bergamo Continua a leggere Commissione Paritetica SUES – 29 gennaio 2013

Commissione Paritetica Ingegneria – 10 gennaio 2013

Giovedì 10 gennaio si è svolta, presso la sede di ingegneria di Dalmine, una riunione in cui erano presenti i presidenti dei CdS (Corsi di Studio) e della Commissione paritetica (tra i quali il sottoscritto).

Abbiamo discusso di due argomenti molto importanti: AVA e TQP.

AVA
AVA è l’acronimo di Autovalutazione, Valutazione e Accreditamento del sistema universitario italiano. Si tratta di un sistema integrato, che fa capo ad ANVUR, in cui l’elemento portante è l’assicurazione interna della qualità (AIQ) nei corsi di studio, nei dipartimenti e negli Atenei. Continua a leggere Commissione Paritetica Ingegneria – 10 gennaio 2013

CDA – 18 dicembre 2012

Onoreficienze

Il ministero ha insignito i Professori Ferri e Castoldi con il titolo di emeriti, tale cerimonia sarà svolta durante l’inaugurazione dell’anno Accademico il 14 Febbraio al Teatro Sociale.

Lavori Ex Collegio Baroni

Definito l’appalto con la ditta si è dovuto rinunciare al parcheggio in quanto i costi (più pratici per via della zona stretta e quindi costi extra per degenza macchine e trasporto materiali) non lo permettevano.   Continua a leggere CDA – 18 dicembre 2012

Senato Accademico – 17 dicembre 2012

Parere sul Bilancio di previsione 2013, relazione previsionale e programmatica e bilancio pluriennale 2013-2015
Sessioni di bilancio: uno a fine anno dove si utilizzano i soldi dell’anno precedente, uno a metà anno dove si vede se si hanno delle disponibilità economiche per finanziare successivamente altri progetti. Continua a leggere Senato Accademico – 17 dicembre 2012

Comunicato – Smentite ai mezzi di stampa

La lista Uni+ ci tiene a precisare alcune circostanze e situazioni che sono state erroneamente riportate dai principali organi di stampa che hanno affrontato il tema delle elezioni universitarie.Innanzitutto non vi è alcun tipo di legame fra Partito Democratico e Uni+ se non l’appartenenza a tale movimento politico di tre ragazzi su un gruppo totale di venti. Uni+ è una lista indipendente, frutto di varie idee e pensieri che convivono grazie al dialogo e alla volontà di migliorare la nostra Università. Continua a leggere Comunicato – Smentite ai mezzi di stampa

Nasce UNI+ !

Il 14 e il 15 novembre gli studenti dell’Università degli Studi di Bergamo saranno chiamati a rinnovare la rappresentanza studentesca dopo tre anni e mezzo dalle ultime consultazioni. Le elezioni di questo novembre, valide per il biennio 2012/2014, si svolgeranno straordinariamente in autunno a causa della modifica dello Statuto dell’Università di Bergamo. A seguito dell’entrata in vigore della legge 240/2010, la cosiddetta “riforma Gelmini”, tutti gli Atenei pubblici hanno dovuto avviare un processo di revisione dei propri statuti, in sostanza l’insieme di norme che regolano la gestione interna delle università.

E’ quindi passato molto tempo dalle ultime elezioni, l’Università è cambiata: i tagli lineari del precedente governo, la riforma della governance, i continui passaggi di ordinamento hanno messo a rischio la qualità didattica e impongono una maggiore attenzione al bene comune che è l’Università. Un Paese che non investe in modo efficiente ed efficace nell’istruzione e nella ricerca è un Paese che è destinato ad arretrare, a vedere le proprie menti migliori migrare altrove. Ed è per questo che nasce Uni+, per capire che impatto hanno avuto i cambiamenti intercorsi in questi anni, per evitare che sugli studenti, e sulle loro famiglie, ricada il peso di scelte poco lungimiranti.

Uni+ è una lista indipendente, formata da studenti provenienti da diverse esperienze associative, il cui obiettivo è la rappresentanza studentesca per portare le istanze degli studenti all’attenzione degli organi di Ateneo e di dipartimento. Noi vogliamo un’Università non vissuta come “esamificio”, ma come luogo di incontro e di dibattito tra gli studenti, soprattutto, e tra tutte le altre componenti universitarie. Bisogna scardinare la logica che l’Università costituisca soltanto un luogo nel quale seguire le lezioni e sostenere gli esami, essa deve essere intesa come luogo di formazione delle idee, di maturazione personale e consapevole.

Nei prossimi giorni pubblicheremo il programma elettorale dettagliato. Nel frattempo date un’occhiata ai nomi dei nostri canditati: https://www.facebook.com/photo.php?fbid=165842236891417&set=pb.162064313935876.-2207520000.1351853752&type=3&theater

Alle elezioni studentesche dell’Università di Bergamo il 14 e il 15 novembre vota e fai votare la Lista n. 2 Uni+