Senato Accademico – 4 febbraio 2014

RIUNIONE SENATO ACCADEMICO 4/2/14

Martedì, 4 febbraio 2014, alle ore 9,45
presso la sede universitaria di Via dei Caniana, 2 (aula n. 16, II piano), per la trattazione del seguente

ORDINE DEL GIORNO

1. Approvazione verbale n. 9 del 16 dicembre 2013
– approvazione

2. Comunicazioni del Rettore
– guardia di finanza instaurerà un corso di laurea magistrale all’unibg con forti connotati economici a partire dal prossimo settembre presso i vecchi ospedali riuniti (80% della struttura).
Il resto sarà gestito dall’Unibg che la destinerà a residenza universitaria con annessa struttura sportiva.
– maggio 2015: data di completamento lavori chiesa di sant’Agostino
– Szego: sarà richiesta copia della denuncia (del 17 gennaio) riguardo la violazione del suo account facebook e sarà prima la giustizia ordinaria a fare il suo corso ed in seguito la questione sarà eventualmente trattata dagli organi di garanzia dell’Ateneo.

3. Modifica degli ordinamenti didattici di alcuni corsi di studio
– Approvato

4. Approvazione regolamentazione dell’impegno didattico dei professori e dei ricercatori ai sensi dell’art. 6 della Legge 240/2010 e fissazione dei compensi per incarichi aggiuntivi
– approvato unanimità

5. Teaching Quality Program 2013/2015 – Fase 2 e linee guida per la programmazione didattica e la definizione dei budget di corsi di studio a.a. 2014/2015
– approvato

6. Definizione dei criteri per la programmazione e gestione dei corsi post laurea per l’a.a. 2014/2015
– si è passato da 18 borse a 27 nonostante i tagli ministeriali, dotandola di un budget 3 volte superiore a quello stanziato in precedenza
– approvato

7. Programmazione dei corsi di formazione per il conseguimento della specializzazione per le attività di sostegno
– approvato

8. Programmazione del corso speciale per il conseguimento dell’abilitazione all’insegnamento per la classe A050
– approvato

9. Programmazione dell’Università degli Studi di Bergamo per il triennio 2013/2015
– non c’è ancora il decreto ministeriale: l’unibg sceglie servizi per gli studenti e azioni di orientamento e placement, integrazione territoriale, internazionalizzazione (potenziamento della mobilità placement all’estero) tra le varie voci su cui è possibile scegliere (per decreto)
– approvato

10. Programma per l’esenzione dal pagamento di tasse e contributi degli studenti meritevoli denominato “Top Ten Student Program”
(v. punto 11)
11. ESONERO DAL PAGAMENTO DI TASSE E CONTRIBUTI DEGLI STUDENTI ISCRITTI PER L’A.A. 2014/2015
L’art. 9, commi da 2 a 7, del D.Lgs. 29.03.2012 n. 68 stabilisce i criteri per l’esonero totale e parziale dalla tassa di iscrizione e dai contributi.
Si ritiene di proporre per l’a.a. 2014/2015 le seguenti categorie di esonero totale e/o parziale dal pagamento di tasse e contributi per gli studenti iscritti ai diversi corsi di laurea:

 Studenti idonei al conseguimento dalla borsa di studio:
gli studenti idonei al conseguimento della borsa di studio prevista dal D.Lgs. 68/2012, ivi compresi gli iscritti ai corsi di dottorato di ricerca, sono esonerati totalmente dal pagamento della tassa di iscrizione e dei contributi;
gli studenti immatricolati nell’a.a. 2014/2015, idonei alla borsa di studio, che conseguano il requisito di merito entro il 10 agosto 2014 sono esonerati totalmente dal pagamento della tassa di iscrizione e dei contributi;
gli studenti immatricolati nell’a.a. 2014/2015, idonei alla borsa di studio, che conseguano il requisito di merito successivamente alla data del 10 agosto 2015 e comunque non oltre il 30 settembre 2015, sono esonerati totalmente dal pagamento della tassa di iscrizione e, nella misura del 50%, dei contributi;
gli studenti idonei al conseguimento della borsa, iscritti per un ulteriore semestre rispetto alla durata regolare dei corsi di studio, sono esonerati totalmente dalla tassa di iscrizione e nella misura del 50% dei contributi;
gli studenti idonei al conseguimento della borsa di studio, sono esonerati dal pagamento della tassa regionale. Per gli studenti effettivamente beneficiari della borsa di studio il rimborso è ricompreso nell’importo della borsa stessa; agli studenti idonei, non beneficiari di borsa di studio, verrà effettuato il rimborso d’ufficio.

 Studenti disabili:
con un’invalidità riconosciuta pari o superiore al 66%: (*) sono esonerati totalmente dalla tassa di iscrizione e dai contributi.
invalidità riconosciuta compresa tra il 46% e d il 65%: (*) sono esonerati parzialmente, nella misura del 50%, dalla tassa di iscrizione e dai contributi.
Gli studenti che per l’a.a. 2014/2015, si iscrivono ad anni successivi al primo, che hanno già beneficiato dell’esonero nell’a.a. 2013/2014, ricevono il bollettino MAV di prima rata già ridotto sulla base dell’esonero spettante e non devono inoltrare alcuna richiesta di esonero. Resta inteso che gli studenti interessati sono tenuti a comunicare eventuali variazioni del grado di invalidità.

 Studenti stranieri beneficiari di borsa del Governo italiano:
gli studenti stranieri beneficiari di borsa di studio del Governo italiano nell’ambito dei programmi di cooperazione allo sviluppo e degli accordi intergovernativi culturali e scientifici e relativi periodici programmi esecutivi, sono esonerati totalmente dal pagamento della tassa d’iscrizione e dei contributi. (*)

 Studenti che si laureino nella prima sessione utile:
gli studenti dei corsi di laurea triennale/laurea magistrale a ciclo unico che concludano gli studi in corso, che non abbiano ottenuto abbreviazioni di corso e che si laureino entro la sessione estiva, sono esonerati dal pagamento della tassa d’iscrizione e dei contributi nella seguente misura:
– 100% se appartenenti alle fasce di reddito A, B e C;
– 60% se appartenenti alla fascia di reddito D;
– 50% se appartenenti alla fascia di reddito E;
– 40% se appartenenti alla fascia di reddito F;
– 10% se appartenenti alla fascia di reddito G.

 Studenti iscritti appartenenti allo stesso nucleo familiare:
gli studenti appartenenti a nucleo familiare nel quale sia presente più di un iscritto all’Università degli Studi di Bergamo hanno diritto all’esonero del 10% dei contributi. Sono esclusi da tale beneficio gli studenti appartenenti alla fascia di reddito “G”. (*)

 Studenti detenuti:
Gli studenti detenuti sono tenuti esclusivamente al pagamento della tassa d’iscrizione e dell’imposta di bollo. Sono invece esonerati dal pagamento dei contributi e della tassa regionale. (*)

 Esonero previsto dall’Accordo di collaborazione con Comune di Bergamo, Fondazione Mia e Caritas Diocesana Bergamasca per la gestione del fondo anticrisi Famiglia Lavoro anno 2014:
gli studenti residenti nel Comune di Bergamo e negli altri Comuni della Provincia che si trovino nelle condizioni previste dall’Accordo di collaborazione tra Comune di Bergamo, Fondazione MIA – Congregazione Misericordia Maggiore e Caritas Diocesana Bergamasca per l’istituzione del Fondo Famiglia Lavoro sono esonerati parzialmente, in misura pari al 50%, dalla tassa di d’iscrizione e dai contributi. L’individuazione di tali studenti è effettuata da un’apposita commissione di valutazione esterna prevista dall’Accordo citato.

 Studenti idonei al “Top ten Program student”:

il “Top Ten Program Student”, che intende sostenere i migliori studenti iscritti all’Ateneo, prevede l’esenzione dal pagamento di tasse e contributi sino ad un massimo del 10% degli iscritti in corso così come individuati nella delibera di approvazione del programma all’ordine del giorno della seduta odierna ed aventi i seguenti requisiti di merito:
immatricolati all’a.a. 2014/15 entro il termine previsto: maturità conseguita nell’anno scolastico 2013/14, con votazione superiore a 95/100;
studenti che perfezionano l’iscrizione al I° anno di laurea magistrale a.a. 2014/15 entro il 15 gennaio 2015: devono aver conseguito una laurea di I° livello in una università italiana entro il 31 dicembre 2014 con votazione superiore a 105/110, avendo mantenuto il requisito della continuità didattica nel corso degli studi, con riferimento al primo anno di immatricolazione assoluta.
studenti in possesso del requisito della continuità didattica, con riferimento al primo anno di immatricolazione assoluta, che rinnovano l’iscrizione nell’a.a. 2014/15 ad anni di corso successivi al I° ento il 7 ottobre 2014 aventi i seguenti requisiti:
o media ponderata degli esami sostenuti non inferiore a 28/30;
o aver maturato alla data del 10 agosto 2014 i CFU indicati nella tabella seguente (attribuzione del 40% e del 60% ai due requisiti).
Anno di iscrizione a.a. 2014/15
CFU (*) al 10/08/2014
II° L2/L5/LM
40
III° L2/L5
100
IV L5
160
V° L5
210

12. Definizione modalità di determinazione delle condizioni economiche, delle tasse e dei contributi a.a. 2014/2015

12. DEFINIZIONE MODALITÀ DI DETERMINAZIONE DELLE CONDIZIONI ECONOMICHE, DELLE TASSE E DEI CONTRIBUTI A.A. 2014/2015
1. Definizione della modalità di determinazione delle condizioni economiche e delle fasce di reddito
L’art. 9, comma 1, del D.Lgs. 29.3.2012 n. 68 prevede che le Università debbano graduare l’importo dei contributi dovuti per la frequenza di corsi di livello universitario valutando la condizione economica degli iscritti sulla base dell’indicatore della situazione economica equivalente di cui al D.P.C.M 3 dicembre 2013 anche tenuto conto della situazione economica del territorio in cui ha sede l’Università e dei differenziali di costo di formazione riconducibili alle diverse aree disciplinari.
Come per gli anni precedenti si ritiene di valutare le condizioni economiche degli studenti con criteri analoghi a quelli adottati dalla Regione Lombardia per la concessione dei benefici relativi al diritto allo studio.
Per l’anno accademico 2014/2015 il limite dell’indicatore della situazione economica equivalente del nucleo familiare, sommato con l’indicatore della situazione economica all’estero (cosiddetto indicatore “ISEEU”) oltre il quale lo studente non può usufruire dei benefici connessi al diritto allo studio, verrà fissato dal MIUR con D.M. da assumersi entro il 28/02/2014 tenuto conto della variazione dell’indice ISTAT dei prezzi al consumo per le famiglie di operai ed impiegati registrato per l’anno 2013, pari all’1,2%.
I limiti indicati verranno rivalutati sulla base di quanto previsto dal D.M. citato e dalla delibera del competente organo regionale, adeguando i limiti delle prime tre fasce a quanto fissato dalla Regione Lombardia per i benefici connessi al diritto allo studio.
Di seguito i valori indicati per l’a.a. 2013/14, che saranno oggetto di rivalutazione come sopra indicato.

La determinazione della fascia di reddito avviene con riferimento alle condizioni economiche (reddito e patrimonio) del nucleo familiare dello studente secondo le previsioni del citato D.P.C.M 3 dicembre 2013 tenuto conto degli specifici criteri aggiuntivi fissati dall’art. 5 del D.P.C.M. 09.04.2001 per le prestazioni universitarie (indicatore ISEEU) così come previsto dall’art. 7 comma 7 del D.Lgs. 68/12.
Ai sensi del D.P.C.M 3 dicembre 2013 art. 8 al fine di tenere adeguatamente conto dei soggetti che sostengono effettivamente l’onere di mantenimento dello studente, il nucleo familiare del richiedente i benefici, è integrato con quello dei suoi genitori quando non ricorrano entrambi i seguenti requisiti:
a. residenza esterna all’unità abitativa della famiglia d’origine, in alloggio non di proprietà di un suo membro, da almeno due anni rispetto alla data di presentazione della domanda per la prima volta a ciascun corso di studi;
b. redditi da lavoro dipendente o assimilati fiscalmente dichiarati da almeno due anni, non prodotti alle dipendenze di un componente del nucleo familiare d’origine, non inferiori a € 7.766,00 annui (salvo adeguamento al diverso importo fissato dalla Regione Lombardia per i benefici connessi al diritto allo studio) con riferimento ad un nucleo familiare di una persona.

Gli studenti interessati ad ottenere l’attribuzione di una fascia di reddito inferiore alla fascia massima “G”, anche quelli che ritengono di laurearsi nella sessione straordinaria a.a. 2013/14 (marzo/aprile 2015), ai fini di consentire l’iscrizione all’a.a. 2014/15 nel caso di mancato conseguimento del titolo, devono richiedere, nel periodo dal 15 luglio 2014 al 31 gennaio 2015, il calcolo ed il rilascio della dichiarazione ISEEU tramite CAAF convenzionato con l’Università;
È possibile presentare all’Università la dichiarazione ISEEU anche dopo il 31.01.2015 e comunque entro il termine dell’anno accademico (30.9.2015), in modalità cartacea e con addebito di un importo aggiuntivo pari ad € 150,00.
Se a seguito della tardiva presentazione della documentazione ISEEU, l’importo della seconda rata viene pagato oltre il termine fissato (15.05.2015), verrà applicato anche un importo aggiuntivo per ritardato versamento nei termini previsti al successivo paragrafo 7.
Per gli studenti che non presentino la dichiarazione ISEEU nei termini sopra riportati, viene applicata d’ufficio la fascia massima.
2. Tassa di iscrizione

Entro il 28 febbraio 2014 il MIUR determinerà la misura della tassa minima per l’iscrizione alle Università, che per l’a.a. 2013/14 era fissata a € 195,46. Il nostro Ateneo aveva determinato l’importo in € 199,00, che viene confermato per l’a.a. 2014/2015.
3. Tassa regionale per il diritto allo studio

Il D.Lgs. 68/12 art. 18 comma 8, in assenza di determinazioni regionali, ha fissato l’importo della tassa regionale per il diritto allo studio in € 140,00, da versarsi all’atto dell’immatricolazione o dell’iscrizione (salvo successive determinazioni da parte della Regione Lombardia).
ritiene di confermare per l’a.a. 2014/15 gli importi dei contributi fissati per l’anno accademico 2013/2014 con deliberazione del Senato Accademico e del Consiglio di Amministrazione rispettivamente del 29.04.2013 e del 30.04.2013 nella misura sotto riportata:

5. Prima rata di tasse e contributi – relative scadenze
A IMPORTO
L’importo della prima rata di tasse e contributi a.a. 2014/2015, da versare all’atto dell’immatricolazione/rinnovo iscrizione è fissato come nella tabella di seguito riportata:

B TERMINI PER IL PAGAMENTO
– STUDENTI CHE SI IMMATRICOLANO AI CORSI DI LAUREA TRIENNALE E MAGISTRALE
Il pagamento dovrà avvenire entro le scadenze per l’immatricolazione indicate nella delibera del Senato Accademico che definisce il periodo di svolgimento dell’attività didattica, il calendario e gli adempimenti per le immatricolazioni e le iscrizioni all’a.a. 2014/2015”.
-STUDENTI CHE RINNOVANO L’ISCRIZIONE AD ANNI SUCCESSIVI AL PRIMO
Il termine per il versamento della prima rata è fissato, per tutti i corsi di laurea, al 06.10.2014.
C STUDENTI A TEMPO PARZIALE

Gli studenti che, all’atto dell’immatricolazione, optano per il regime a tempo parziale, versano l’importo della prima rata di tasse e contributi nella misura sopra indicata pari ad € 519,50, previa verifica dei requisiti previsti per la fruizione del regime di studio in parola. Eventuali richieste di
variazione del regime di studio possono essere inoltrate dagli studenti interessati entro e non oltre il termine del 31.01.2015.

D STUDENTI IDONEI ALLA BORSA DI STUDIO
Gli studenti già idonei alla borsa di studio nell’a.a. 2013/2014 non sono tenuti al pagamento della tassa d’iscrizione e dei contributi sino alla pubblicazione della graduatoria per il conseguimento della borsa di studio per l’a.a. 2014/2015. Per tali studenti viene emesso l’apposito MAV comprensivo esclusivamente della tassa regionale e dell’imposta di bollo. Successivamente alla pubblicazione della graduatoria definitiva verrà emesso il MAV integrativo per gli studenti che non risulteranno idonei per il conseguimento della borsa di studio: il relativo pagamento dovrà essere effettuato entro il 15/01/2015.
Per gli studenti di nuova immatricolazione che risultino idonei nella graduatoria per la borsa di studio viene sospeso il pagamento della seconda rata; l’eventuale rimborso della prima rata verrà effettuato all’ottenimento del requisito di merito.

E STUDENTI CHE INTENDONO LAUREARSI ENTRO LA SESSIONE STRAORDINARIA:
o STUDENTE CHE RINNOVA L’ISCRIZIONE ALL’A.A. 2014/2015 ENTRO IL TERMINE DEL 07.10.2014 E SI LAUREA:
la tassa versata sarà valida per un’eventuale iscrizione al corso di laurea magistrale;
l’importo della prima rata verrà rimborsato d’ufficio (con esclusione dell’imposta di bollo).
o STUDENTE CHE NON RINNOVA L’ISCRIZIONE ALL’A.A. 2014/2015 ENTRO IL TERMINE DEL 07.10.2014 E NON SI LAUREA:
nel caso di mancato conseguimento del titolo entro la sessione straordinaria lo studente è tenuto a rinnovare l’iscrizione per l’a.a. 2014/2015 versando la prima rata di tasse e contributi, unitamente all’importo aggiuntivo per il ritardato pagamento di cui al punto 7, e la seconda rata sulla base della fascia di contribuzione deducibile dalla dichiarazione ISEEU.

6. Seconda rata tasse e contributi – termini di pagamento

L’importo della seconda rata è determinato dalla differenza tra l’importo totale dei contributi dovuti sulla base della fascia di contribuzione e quanto già corrisposto come acconto di contributo universitario con la prima rata.
Il termine di pagamento per tutti i corsi di laurea è fissato al 15.05.2015.

7. Importi aggiuntivi per presentazione istanze fuori termine e per ritardato pagamento
Gli studenti, che presentano istanze oltre i termini fissati (immatricolazione, abbreviazione, trasferimento in ingresso e uscita, seconda laurea e re- immatricolazione a seguito di rinuncia o decadenza), sono soggetti al pagamento di un importo aggiuntivo per “istanza fuori termine” pari ad € 95,00;
Nel caso in cui il pagamento delle tasse e dei contributi avvenga oltre i termini di scadenza previsti, vengono applicati i seguenti importi aggiuntivi:
– €20,00 per i pagamenti effettuati entro i 30 giorni;
– €40,00 per i pagamenti effettuati tra il 31° e il 60° giorno;
– €60,00 per i pagamenti effettuati tra il 61° e il 90° giorno;
– €80,00 per i pagamenti effettuati oltre il 90° giorno.

8. Contribuzione in caso di rinuncia agli studi

-PRIMA RATA:
non è rimborsata in caso di rinuncia agli studi successiva al termine del 31.10.2014, salvo nel caso di studenti che, a seguito di chiamata tardiva dalle graduatorie dei corsi di studio ad accesso regolato di altri Atenei, presentino istanza di rinuncia oltre il termine del 31.10.2014. In tal caso la domanda di rimborso dovrà essere presentata entro il termine di 15 giorni dalla chiamata da parte dell’Ateneo di destinazione,
allegando ricevuta di avvenuta iscrizione. In ogni caso non potrà essere rimborsata l’imposta di bollo.
-SECONDA RATA:
Non dovuta se lo studente presenta la rinuncia agli studi entro il termine di scadenza per il pagamento fissato al 15.05.2015 ed a condizione che non abbia superato alcun esame nell’anno accademico.
Dovuta nella misura del 50% se lo studente presenta la rinuncia agli studi entro il termine di scadenza per il pagamento fissato al 15.05.2015, avendo superato almeno un esame nell’anno accademico.
Dovuta se lo studente abbandona gli studi prima della fine dell’anno accademico, senza aver presentato rinuncia agli stessi entro il 15.05.2015.

9. Contribuzione per passaggi di corso di studio e trasferimenti

Passaggio ad un altro corso di studi: le tasse pagate per il corso di provenienza sono computate per quelle dello stesso anno del nuovo corso di studi.
Trasferimento in ingresso ed uscita:
il termine della domanda di trasferimento è fissato al 31.10.2014
in caso di istanza di trasferimento presentata dopo il 31.10.2014 viene applicato un importo aggiuntivo per istanza fuori termine come previsto al punto 7
nel caso di trasferimento in uscita è previsto il rimborso della prima rata eventualmente pagata solo nel caso in cui la domanda di trasferimento sia presentata nei termini.

10. Contribuzione nel caso di mancato conseguimento del titolo da parte di studenti iscritti con riserva a corsi di laurea magistrale

In caso di mancato conseguimento della laurea triennale entro la sessione straordinaria di marzo/aprile 2015, l’immatricolazione “con riserva” al corso di laurea magistrale non risulta perfezionata.
In tal caso:
– per gli studenti iscritti presso l’Università degli Studi di Bergamo la prima rata di tasse e contributi versata per l’immatricolazione con riserva è tenuta valida per il rinnovo dell’ iscrizione al corso di laurea triennale;
– per gli studenti provenienti da altri atenei si provvede al rimborso (ad eccezione dell’imposta di bollo);
– per gli studenti che pur avendo conseguito il titolo, non procedono al perfezionamento dell’iscrizione, si provvede al rimborso della sola tassa regionale.

11. Contributo di pre-iscrizione
Contributo di preiscrizione per corso di laurea triennale in caso di test di ingresso: l’importo è fissato in € 52,00. Tale importo è detratto dalla prima rata delle tasse universitarie per gli studenti che perfezionano l’iscrizione; non è rimborsato per gli studenti non ammessi o che rinuncino all’iscrizione.
Contributo di preiscrizione per valutazione della carriera ai fini della verifica del possesso dei requisiti di ammissione ai corsi di laurea: l’importo è fissato in € 52,00. Tale importo non è rimborsato o detratto dalla tassa d’iscrizione.

12. Tassa e contributo di iscrizione per corsi di dottorato di ricerca

Il contributo per l’accesso e la frequenza a tali corsi è fissato nella misura di € 1.033,00. Tale importo viene versato in due rate di € 516,50 ciascuna, aventi scadenza rispettivamente entro 30 giorni dall’immatricolazione e al 15.05.2015.
Gli studenti sono tenuti inoltre al pagamento della tassa regionale di € 140,00, salvo successive determinazioni da parte della Regione Lombardia, nonché al rimborso dell’imposta di bollo di € 16,00.

13. Contributo di iscrizione corso singolo
Si stabilisce in € 25,00 l’importo per ogni credito formativo relativo all’insegnamento che lo studente intende frequentare.
14. Contributo di ricognizione e diritto fisso

Gli studenti, che intendono ricongiungere la propria carriera dopo un periodo di interruzione, provvedono al pagamento di un contributo di € 200,00 per ogni anno di interruzione.
Tale somma non è dovuta dalle studentesse esonerate da tasse e contributi universitari per l’anno di nascita del figlio e dagli studenti costretti ad interrompere gli studi a causa di infermità gravi.
Gli studenti che riprendono gli studi dopo aver chiesto la sospensione per la frequenza di altro corso di livello universitario, sono tenuti al versamento del contributo di ricognizione pari ad € 200,00 per ogni anno di sospensione.
15. Contributi diversi

Si dispongono i seguenti importi:

A seguito dell’approvazione del Calendario didattico per l’a.a. 2014/15 le scadenze giornaliere e mensili indicate potranno essere successivamente modificate.
Con nota prot. n. 1841/II/14 del 24.1.2014 è stata trasmessa al Presidente della Consulta degli Studenti la proposta di deliberazione; la Consulta degli Studenti nella seduta del 31.1.2014 ha espresso parere …………………….

Tutto ciò premesso, il Senato Accademico prende in esame di deliberare:
1) l’approvazione delle modalità di determinazione delle condizioni economiche e le fasce di contribuzioni a.a. 2014/2015 nei termini indicati al punto 1;
2) l’approvazione degli importi di tasse e contributi a.a. 2014/2015 nei termini riportati ai punti da 2 a 15.

– nella top ten verrà inserita anche il merito sportivo.

VOTAZIONE PUNTI 10, 11 E 12: FAVOREVOLI ALL’UNANIMITÀ

13. Approvazione regolamento per l’attribuzione a professori e ricercatori delle risorse assegnate all’Ateneo per l’incentivo previsto dall’art. 29, comma 19, legge 240/2010
– approvato unanimità

14. Approvazione proposte progettuali per il finanziamento di assegni di ricerca annuali nell’ambito del progetto Italy: I tranche e definizione del calendario della II tranche
– approvato unanimità

15. Approvazione avviso per la presentazione di proposte e della relativa procedura di attribuzione di grant “progItaly® – azione 3: grants for visiting professor and scholar”
– approvato unanimità

16. Approvazione progetto di ricerca, formazione e scambio denominato “Material Culture, Science and Technology” ed accordo di collaborazione scientifica con Max Planck Institute for the history of science di Berlino
– approvato unanimità

17. Parere in ordine all’adesione a fondazioni finalizzate alla gestione di Istituti Tecnici Superiori (ITS)
– approvato unanimità

18. Parere in ordine alla partecipazione dell’Università degli Studi di Bergamo in qualità di fondatore, alla “Fondazione Cluster Tecnologie per le Smart Cities & Communities – Lombardia”
– approvato unanimità

19. Parere in ordine alla partecipazione dell’Università degli Studi di Bergamo al Cluster Regionale Lombardo “Associazione Cluster Fabbrica Intelligente Lombardia (ACFIL)”
– approvato unanimità

20. Approvazione protocollo d’intesa per la valorizzazione del sistema istituzionale economico e sociale della provincia di Bergamo in vista dell’esposizione universale Expo 2015
– approvato unanimità

21. Approvazione protocollo d’intesa per l’adozione di linee di indirizzo in favore di un invecchiamento attivo e di solidarietà tra generazioni e per la costruzione di buone prassi
– approvato unanimità

22. Approvazione protocollo d’intesa “Una rete condivisa per la valorizzazione del mais”
– approvato unanimità

23. Approvazione accordo quadro di collaborazione con il Centro Don Orione – Centro Studi Socio
Sanitari di Bergamo
– approvato unanimità

24. Approvazione accordo quadro di collaborazione con Fondazione Papa Giovanni XXIII
– approvato unanimità

25. Approvazione accordo di collaborazione con Universitade Federal Do Rio Grande Do Sul – Brasile
– approvato unanimità

26. Approvazione accordo di collaborazione culturale e scientifica con la Foundation d’Action Culturelle Internazionale en Montagne di Chambery – Francia
– approvato unanimità

27. Accordo quadro di collaborazione culturale e scientifica nell’ambito degli studi rivolti alla potenzialità dei territori
– approvato unanimità

28. Nulla osta per insegnamento fuori sede
– approvato unanimità

29. Richieste di patrocinio per:
a) Attività programmate per l’anno 2014 organizzato da Accademia Ambrosiana di Milano
b) Iniziativa “Premi di laurea A.N.L.A.” Edizione 2014 organizzato da Associazione Nazionale Lavoratori Anziani Schneider Electric – Magrini di Bergamo
– approvato unanimità

30. Varie ed eventuali

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *