Doppio tesserino per Transessuali

fotoFinalmente succede anche a Bergamo: “DOPPIO LIBRETTO” per studenti e studentesse che abbiano intrapreso il percorso di rettificazione del sesso

Approda anche all’Università degli Studi di Bergamo il “Doppio Libretto” per studenti e studentesse transessuali, la forma di tutela alternativa e transitoria ormai da tempo sperimentata da molti Atenei italiani, pensata appositamente per quegli studenti e quelle studentesse che abbiano intrapreso il complesso e faticoso percorso di rettificazione del sesso e che proprio nel periodo di transizione, che può  durare anche degli anni, prima che intervenga la sentenza definitiva di rettificazione del sesso anagrafico, si vedono costretti a scontrarsi continuamente con molteplici aspetti della vita quotidiana che pongono inevitabilmente l’accento su quella discrasia che si genera tra nome anagrafico ed aspetto fisico, e che l’ordinamento italiano, ancora oggi, non protegge e non riconosce come situazione di estrema fragilità.

Una piccolissima operazione quella richiesta al nostro Ateneo, che in questo modo, a seguito di un iter che ha avuto inizio il 3 marzo 2015 con l’approvazione della proposta da parte della Consulta degli Studenti, la quale ha poi incontrato sia il favore del Senato Accademico, pronunciatosi all’unanimità nella giornata del 13 luglio 2015, che del Consiglio di Amministrazione appena conclusosi, ha voluto conformarsi alla scelta fatta da molti Atenei d’Italia  – come l’Università di Torino, l’Università di Verona, l’Università di Bologna, l’Università di Padova, quella di Genova e di Firenze – che da più o meno tempo hanno scelto di piegare la burocrazia alla garanzia dei diritti fondamentali della persona nonché alla garanzia del diritto all’autodeterminazione e alla piena realizzazione della propria personalità e identità.

Una tale scelta di civiltà è significativa del fatto che azioni che possono apparire piccole sono in realtà in grado di mostrare che il diritto non serve a segnare la distanza da situazioni che comunemente ed erroneamente sono intese come ‘normali’, ma a sostenere ciascuno e ciascuna nel proprio percorso di identificazione e sviluppo personale. Essa costituisce un’azione di garanzia che serve a ricordare che l’Università ha il dovere istituzionale di educare alla sensibilità, giuridica e non, con riguardo a questioni, che come quella in oggetto, risultano troppo spesso relegate ad una dimensione di marginalità e per questo dimenticate.

La ragione profonda che ha indotto noi rappresentanti ad avanzare una tale proposta non è data affatto dalla volontà di avviare una discussione sulla questione personalissima che ad essa è sottesa, la quale si espone a più o meno legittime obiezioni ideologiche, etiche e religiose, quanto dalla questione fondamentale che attiene più strettamente alla garanzia del diritto all’istruzione – così come sancito dall’art. 34 della nostra Carta costituzionale – che senza la rimozione di tutta una serie di ostacoli di ordine culturale e formale, possibile proprio con l’introduzione della cd. “carriera alias”, risulta inesorabilmente limitato e frustrato.

Per maggiori informazioni www.unipiu.itunipiu.bergamo@gmail.com

Per non dimenticare

Come giovani, come studenti, abbiamo il dovere di non dimenticare,
ma soprattutto quello di investigare, di scavare in profondità, di scendere sotto la superficie, andare oltre al romanzo, superare la memoria fatta di finzione.
Quella stessa memoria che, forse, continua a farci innocenti, a riscattarci, che ci fa entrare solo nella parte dei partigiani o degli eroi che hanno salvato vite umane.
Abbiamo il dovere non solo di dire MAI PIÙ, ma di fare in modo che questo MAI PIÙ SUCCEDA.
Mi permetto di citare un frammento della corrispondenza tra il poeta Paul Celan e la poetessa Nelly Sachs. I quali, anche dopo il 27 gennaio 1945, da quelle memorie hanno continuato ad essere perseguitati.

Continua a leggere Per non dimenticare

Comunicato – Vittoria Elezioni 2014

Comunicato stampa Uni+.

Ringraziamo tutti coloro che hanno sostenuto il nostro progetto, che hanno creduto nel nostro gruppo e che ci hanno scelto come loro rappresentanti.
Siamo molto soddisfatti del risultato raggiunto anche quest’anno; una vittoria così netta era del tutto inaspettata. Questa tornata elettorale ha premiato il lavoro svolto, durante il precedente mandato, sia in università che nella città che la ospita; un lavoro reso possibile dalla perfetta sinergia tra rappresentanti eletti a tutti i livelli di Ateneo e collaboratori esterni nonché membri dell’associazione Uni+ che hanno sempre supportato ogni nostra iniziativa.

Continua a leggere Comunicato – Vittoria Elezioni 2014

Discorso Saccogna a Brescia – 31 marzo 2014

Care compagne, cari compagni.

Sono Alessandro Saccogna e sono portavoce dell’associazione universitaria Uni+ di Bergamo. Ringrazio a nome di Uni+ i cari amici di Brescia per l’invito a questo congresso.
Ci incontrammo per la prima volta circa un anno fa a Bergamo, poco prima delle elezioni universitarie per il Consiglio Nazionale degli Studenti Universitari, e abbiamo avuto modo di conoscerci meglio in diverse occasioni, più o meno legate al nostro impegno politico.

Continua a leggere Discorso Saccogna a Brescia – 31 marzo 2014

Commissione disabilità – 21 febbraio 2014

Oggi (21 febbraio 2014) è stata convocata la commissione disabilità, tra cui fanno parte un rappresentante di ogni dipartimento, alcuni docenti e alcuni rappresentanti dell’ufficio disabilità.

Sono emersi questi problemi

– Per legge ogni tre anni uno studente disabile deve ripresentare la certificazione di disabilità. Questo comporta per le famiglie un costo elevato, ma come università non possiamo intervenire.

– Uno studente che necessita di ausili informatici e tecnici per sostenere un esame, deve avvisare 15 giorni prima per permettere all’università di reperirli

– La difficoltà degli studenti di reperire i libri digitali, spesso a causa della lentezza delle case editrici e che talvolta non forniscono a priori determinati testi in formato multimediale. Il progetto di realizzare una biblioteca digitale è complesso e richiede tempo.

La commissione propone di organizzare una giornata sul tema della disabilità (probabilmente ad ottobre) in onore di Walter Fornasa, occasione nel quale potranno essere premiati alcuni studenti disabili con una borsa di studio (circa 2000 €) che si basa sia su criteri di merito che di difficoltà economiche. Il bando verrà sviluppato e pubblicizzato nei prossimi mesi.

Progetti futuri:

– In collaborazione con LIONS e Unione Ciechi Italiani, verranno acquistati degli strumenti didattici e software utili per studenti ipovedenti. Inoltre verranno organizzati dei corsi di formazione per docenti/tutor/studenti per l’utilizzo del sistema OCR e dei nuovi strumenti. I corsi sono aperti a tutti gli studenti e daranno ore per il tirocinio, o crediti per esami di informatica.
La spesa prevista è di 11500 €, di cui 10000 € per le attrezzature sono donati dalla fondazione LIONS.

– Corsi per doenti/tutor/studenti con professionisti sulla dislessia e gli altri disturbi di apprendimento. La spesa prevista è di 1500 €

– Carrozzina Rotary, sviluppare un progetto d’eccellenza per la progettazione e la realizzazione di una carrozzina modulare (che cresce con il disabile), coinvolgendo studenti di tutti i dipartimenti in percorsi di ricerca. Gli studenti che vi parteciperanno otterranno una borsa di studio. Nel progetto è interessante integrare anche lo sport, quindi è necessaria una collaborazione con il CUS. La fondazione Rotary potrebbe collaborare economicamente. Non è stato possibile fare una stima dei costi al momento, in quanto il progetto non è stato delineato nei dettagli.

TUTOR ALLA PARI
Modificato il bando, anticipato da settembre a Luglio (in modo da avere i tutor ad ottobre!) Il bando sarà aperto anche agli studenti della triennale!

E’ importante coinvolgere tutti gli studenti nell’ideazione di nuovi progetti per integrare al meglio la disabilità nella comunità universitaria.

Un Anno di UNI+ – 15 novembre 2013

UN ANNO DI UNI+, UN ANNO DI CAMBIAMENTI NELL’UNIBG

Un anno fa, il 15 novembre 2012,  la lista UNI+ dopo un’agitata e frenetica campagna elettorale, non con poche difficoltà e dopo 4 anni di assenza di consultazioni vinceva le elezioni universitarie per il rinnovo della rappresentanza studentesca con più del 55% dei consensi e con 18 eletti su 28 candidati che compongono la Consulta degli Studenti, il “Parlamento degli studenti” dell’Unibg.

Continua a leggere Un Anno di UNI+ – 15 novembre 2013

CUS – 26 giugno 2013

1. Comunicazioni del presidente prof. Francesco Lo Monaco, breve introduzione sul CUS e sul
ruolo del comitato per i nuovi membri (il sottoscritto e Pagani).
2. Approvazione della relazione sull’attività sportiva effettuata nell’anno 2012.
• note: Il CUS di Bergamo propone oltre al centro fitness moltissime attività sportive
svolte sia in impianti propri che in strutture convenzionate.

Continua a leggere CUS – 26 giugno 2013

Comunicato – Smentite ai mezzi di stampa

La lista Uni+ ci tiene a precisare alcune circostanze e situazioni che sono state erroneamente riportate dai principali organi di stampa che hanno affrontato il tema delle elezioni universitarie.Innanzitutto non vi è alcun tipo di legame fra Partito Democratico e Uni+ se non l’appartenenza a tale movimento politico di tre ragazzi su un gruppo totale di venti. Uni+ è una lista indipendente, frutto di varie idee e pensieri che convivono grazie al dialogo e alla volontà di migliorare la nostra Università. Continua a leggere Comunicato – Smentite ai mezzi di stampa

Nasce UNI+ !

Il 14 e il 15 novembre gli studenti dell’Università degli Studi di Bergamo saranno chiamati a rinnovare la rappresentanza studentesca dopo tre anni e mezzo dalle ultime consultazioni. Le elezioni di questo novembre, valide per il biennio 2012/2014, si svolgeranno straordinariamente in autunno a causa della modifica dello Statuto dell’Università di Bergamo. A seguito dell’entrata in vigore della legge 240/2010, la cosiddetta “riforma Gelmini”, tutti gli Atenei pubblici hanno dovuto avviare un processo di revisione dei propri statuti, in sostanza l’insieme di norme che regolano la gestione interna delle università.

E’ quindi passato molto tempo dalle ultime elezioni, l’Università è cambiata: i tagli lineari del precedente governo, la riforma della governance, i continui passaggi di ordinamento hanno messo a rischio la qualità didattica e impongono una maggiore attenzione al bene comune che è l’Università. Un Paese che non investe in modo efficiente ed efficace nell’istruzione e nella ricerca è un Paese che è destinato ad arretrare, a vedere le proprie menti migliori migrare altrove. Ed è per questo che nasce Uni+, per capire che impatto hanno avuto i cambiamenti intercorsi in questi anni, per evitare che sugli studenti, e sulle loro famiglie, ricada il peso di scelte poco lungimiranti.

Uni+ è una lista indipendente, formata da studenti provenienti da diverse esperienze associative, il cui obiettivo è la rappresentanza studentesca per portare le istanze degli studenti all’attenzione degli organi di Ateneo e di dipartimento. Noi vogliamo un’Università non vissuta come “esamificio”, ma come luogo di incontro e di dibattito tra gli studenti, soprattutto, e tra tutte le altre componenti universitarie. Bisogna scardinare la logica che l’Università costituisca soltanto un luogo nel quale seguire le lezioni e sostenere gli esami, essa deve essere intesa come luogo di formazione delle idee, di maturazione personale e consapevole.

Nei prossimi giorni pubblicheremo il programma elettorale dettagliato. Nel frattempo date un’occhiata ai nomi dei nostri canditati: https://www.facebook.com/photo.php?fbid=165842236891417&set=pb.162064313935876.-2207520000.1351853752&type=3&theater

Alle elezioni studentesche dell’Università di Bergamo il 14 e il 15 novembre vota e fai votare la Lista n. 2 Uni+