Un Anno di UNI+ – 15 novembre 2013

UN ANNO DI UNI+, UN ANNO DI CAMBIAMENTI NELL’UNIBG

Un anno fa, il 15 novembre 2012,  la lista UNI+ dopo un’agitata e frenetica campagna elettorale, non con poche difficoltà e dopo 4 anni di assenza di consultazioni vinceva le elezioni universitarie per il rinnovo della rappresentanza studentesca con più del 55% dei consensi e con 18 eletti su 28 candidati che compongono la Consulta degli Studenti, il “Parlamento degli studenti” dell’Unibg.

La nostra lista indipendente, nata dalle ceneri di “Officina 33”, è apartitica ma non apolitica: si riconosce nei valori dell’antifascismo, dell’opposizione a qualsiasi discriminazione, dell’integrazione e della protezione delle fasce più deboli.

Quando ci siamo presentati agli studenti chiedendo loro il voto abbiamo fatto tante proposte per vivere meglio nell’Unibg: alcuni obbiettivi sono stati raggiunti nonostante i limitati fondi a disposizione (congelamento delle tasse, copertura delle borse per gli idonei non beneficiari, razionalizzazione degli orari, agevolazioni per i trasporti urbani, apertura anticipata e migliorie nella casa dello studente di Bergamo – grazie anche al contributo del rappresentante Filippo Butera), su altri ci stiamo lavorando (aumentare le fasce contributive, semplificare le procedure per i tirocini, aumentare il numero di appelli d’esame, semplificare il sito – cosa che ha provato a fare Roberto Pinotti con l’app “Quick Unibg”) e altre ancora non resteranno solo parole di un programma elettorale.

Quotidiano è il lavoro che fanno tutti i rappresentanti di dipartimento (Giulia, Giuseppe e Alice a Lettere e Filosofia, Rita e Mario a Giurisprudenza, Davide e Ale a Economia, Tony e Marcela a Lingue, Francesco e Nicholas a Scienze dell’Educazione, Roberto a Ingegneria … senza dimenticare Achille al Diiritto all Studio, Gabriele al CUS, Claude al CdA e Zlatan al Nucleo) che si fanno portavoce dei numerosi problemi all’interno degli organi e sono sempre a disposizione degli studenti: i problemi individuali possono essere in realtà anche quelli di altri studenti e per questo motivo ci spendiamo per risolverli, perché siamo studenti anche noi!

Non meno importante è l’attività svolta con passione dal Presidente della Consulta, Mario Ghidini, che oltre ad essere nostro rappresentante nella commissione paritetica di Giurisprudenza svolge numerose altre attività sia all’interno degli organi accademici sia al di fuori dell’Ateneo, interfacciandosi col Rettore Stefano Paleari (anche Presidente della CRUI) sempre pronto ad ascoltarci, con le istituzioni (ha accolto recentemente il ministro del MIUR Maria Carrozza ricordandole la situazione di sottofinanziamento che colpisce il nostro virtuoso Ateneo, ed è stato anche portavoce degli studenti all’inaugurazione dell’Anno Accademico) e con la Città (sono numerosi i sui interventi sui media locali).

Il gruppo é compatto, presente e propositivo in qualsiasi organo e sede, e ormai riconosciuto anche a livello regionale (collaboriamo infatti da tempo con le altre liste lombarde e siamo presenti nelle istituzioni grazie all’elezione dell’instancabile Marco Bonomelli nel comitato di coordinamento universitario della regione Lombardia) e nazionale (ricorderete la candidatura di Alessandro Saccogna alle elezioni nazionali del CNSU di maggio 2013 tra le fila dell’ “UDU-RUN-Liste Indipendenti” – da noi voluta fortemente per denunciare il sottofinanziamento dell’Ateneo – lista con la quale abbiamo vinto le ultime elezioni studentesche nazionali e sulla quale confidiamo per portare cambiamento).

Il nostro intento é quello di migliorare la vita degli universitari dentro e fuori l’Ateneo e tramite questo rendere Bergamo una vera Città Universitaria a misura di studente, come nelle intenzioni dell’attuale amministrazione comunale.

“Università non solo come esamificio” era uno dei nostri slogan. Ebbene, noi ci abbiamo provato in diversi modi: ne sono prova le varie iniziative di cui siamo promotori, organizzati in gran parte dal vulcanico Francesco Chiesa: dibattiti politici in occasione delle elezioni, feste (lo “yellow party”, l’ “harlem shake”  ed il pullman per il Concerto del Primo Maggio a Roma) e iniziative benefiche (come il Movember) o alle quali partecipiamo (iniziative dei sindacati sulla tematica dei giovani e lavoro, il recente presidio contro l’omofobia, etc.), e tante ancora ce ne saranno nell’imminente futuro (il Festival Studentesco in Sant’Agostino è stato rinviato “solo” per motivi burocratici…)

Per quanto mi riguarda non posso che essere orgoglioso e fiero di far parte di questo gruppo, prima solo di colleghi rappresentanti ma ora anche di amici con i quali condivido tanto e sui quali posso sempre contare.
Sono sopratutto onorato di avere avuto il maggior numero di preferenze alle elezioni, e all’interno del gruppo essere scelto come il Responsabile della Lista. Spero di essere sempre all’altezza della situazione, ripagando così la fiducia datami, riuscendo con i compagni di Uni+ e con quelli delle realtà alle quali ci siamo avvicinati, a vincere tante altre battaglie non solo per le persone che hanno creduto e credono in noi, ma per tutti gli studenti di oggi e per quelli di domani.

Un pensiero infine va alla giornata di oggi, 15 novembre 2013, e a tutti gli studenti e le organizzazioni che sono scese in piazza che si sono mobilitati contro la legge di stabilità che va ad incidere negativamente sul sistema del Diritto allo Studio, ridimensionando di fatto la portata dell’Articolo 34 della Costituzione il quale sancisce che  “… I capaci e meritevoli, anche se privi di mezzi, hanno diritto di raggiungere i gradi più alti degli studi. La Repubblica rende effettivo questo diritto con borse di studio, assegni alle famiglie ed altre provvidenze…”.

In attesa di tempi migliori per l’Università italiana e per il nostro Ateneo, auguro buon lavoro ai compagni vecchi e nuovi che fanno o faranno parte della Lista e a tutti coloro che condividono le nostre battaglie.

Grazie a tutti e a “cent’anni” UNI+

www.facebook.com/unipiu

I Rappresentanti di Uni+ nell’Unibg sono:
•Marco Bonomelli •Marco Cuccui •Dobo Claude Abale •Zlatan Mrkva •Alessandro Saccogna •Davide Mussetti •Francesco Chiesa •Nicholas Parisi •Marcela Lukaj •Antonio Spano •Roberto Pinotti •Mario Ghidini •Rita Pescatore •Alice Barcella •Giuseppe Previtali •Giulia Vielmi •Achille Bruce Mounga Djaga •Gabriele Torri

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *